Istruzione Sulla Formazione Liturgica Nei Seminari 2016-11-11T18:20:24+00:00

SACRA CONGREGAZIONE PER L’EDUCAZIONE CATTOLICA

ISTRUZIONE

SULLA FORMAZIONE LITURGICA NEI SEMINARI

ROMA 1979

Official text available only in Italian; un-official English translation follows:

50. Per una più approfondita trattazione teologica della liturgia e per la soluzione di molte difficoltà, che si presentano ai pastori di anime nell’organizzazione e nella promozione della vita liturgica, devono essere giustamente stimati i risultati sicuri delle moderne scienze umane, quali l’antropologia, la sociologia, la linguistica, la storia comparata delle religioni ecc., che in vari casi offrono non poca luce, sempre però nei limiti imposti dall’indole soprannaturale della liturgia. In ciò deve essere coltivato negli alunni il senso del discernimento, affinché diventino capaci di stimare rettamente l’importanza di queste materie, e nello stesso tempo di evitare quanto potrebbe condurre a sminuire il genuino valore soprannaturale del culto cattolico.

Nell’uso di queste scienze si osservi inoltre la regola secondo cui, «più che moltiplicare il numero delle discipline, bisognerà cercare di inserire adeguatamente in quelle già prescritte le nuove questioni e i nuovi aspetti».

Nell’uso di queste scienze si osservi inoltre la regola secondo cui, «più che moltiplicare il numero delle discipline, bisognerà cercare di inserire adeguatamente in quelle già prescritte le nuove questioni e i nuovi aspetti». (RF #80)

Full text:http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/ccatheduc/documents/rc_con_ccatheduc_doc_19790603_formazione-liturgica-seminari_it.html

English un-official translation:

50. For a deeper theological treatment of the liturgy as well as to resolve many problems confronting pastors of souls in the ordering and promoting of the liturgy, it is necessary to appreciate certain findings of modern sciences, such as anthropology, sociology, linguistics and the comparative history of religions, etc. These throw more than a little light in certain cases on liturgical studies, but only within the limits established by the supernatural nature of the liturgy. In these matters what must be cultivated in the students is a sense of discernment, giving them the capacity to evaluate soundly the importance of these kinds of disciplines while at the same time teaching them to avoid anything that could lessen the full, supernatural force of Catholic worship.

In the use of these sciences, the following norm should be observed, “… care must be taken to avoid multiplying the number of courses. Rather insert new questions or new ways of looking at things into the courses which are already provided, where this is possible.” (RF, #80)